Tag: Cult

L’indesiderabile avvento del covid-19 ha messo in scacco i sistemi sanitari di tutto il mondo e ha riportato prepotentemente al centro dell’agenda politica la questione sanitaria.
Secondo un’indagine condotta da Crea (Consorzio per la Ricerca Economica Applicata in Sanità), commissionata dalla Funzione Pubblica Cgil e dalla Fondazione Luoghi Comuni, e presentata lo scorso marzo a Roma, la sanità privata offrirebbe servizi più efficienti e con tempistiche decisamente più celeri di quelle offerte dal SSN.
La stessa indagine (svolta su quattro regioni: Lombardia, Veneto, Lazio e Campania) evidenzierebbe anche prezzi non troppo superiori a quelli offerti dal sistema pubblico.
Qual è la situazione in Sicilia? Possiamo affidarci al settore privato su un campo così delicato come quello del diritto fondamentale alle cure e all’assistenza sanitaria o è necessario intervenire massicciamente sul rafforzamento del Servizio Sanitario Nazionale?

Cercheremo di scoprirlo in forma dialettica con il nostro appuntamento mensile con il “Ring Culturale”. In questo nuovo format, ormai al secondo episodio, andiamo a sviscerare e a demolire luoghi comuni e falsi miti, affrontiamo con curiosità intellettuale eresie e grandi temi controversi. Lo facciamo, come si diceva, in forma dialettica: uno sfidato verrà a sostenere la propria tesi, lo sfidante cercherà di argomentare a favore dell’antitesi.
Tre round di domande dal moderatore con 10 minuti di tempo ciascuno più extra round di domande dal pubblico con 5 minuti di tempo ciascuno, su cui si misurerà il peso delle argomentazioni contrapposte.
Un incontro culturale dagli esiti imprevedibili, senza posizioni preconcette o pregiudizi. Un modo per approcciarsi alle proprie certezze a partire dal dubbio.
———————–
I PROTAGONISTI

Lo sfidante: Dott. Renato Costa, Segretario regionale CGIL Medici. Difenderà le ragioni della sanità pubblica.

La sfidata: Dott.ssa Barbara Cittadini, Presidente nazionale Associazione Italiana Ospedalità Privata.
Difenderà le ragioni della sanità privata.

Modera e presenta: Tullio Filippone, giornalista.
—————————————
🗓 Domenica 27 settembre 2020, ore 21
🌱L’evento si terrà all’aria aperta, in spazio giardino
💰L’evento è gratuito, ma i posti a sedere in spazio giardino sono limitati. E’ obbligatoria la prenotazione del tavolo, lasciando un recapito telefonico 🍸 🍴
Per prenotare un tavolo:
📩 Invia un messaggio alla pagina del CaMus
📞 377 0414775

Evento FB: https://www.facebook.com/events/336843194233121/

Per prenotare un tavolo, clicca qui

Riduzione del numero dei parlamentari: utile risparmio o pericolo per la democrazia e la centralità del parlamento?

Il 20 e 21 settembre saremo chiamati alle urne per il quarto referendum costituzionale nella storia della Repubblica Italiana. Dovremo decidere se approvare o respingere la legge di revisione costituzionale dal titolo “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”.
Alessandro Crociata, avvocato esperto in diritto costituzionale e storia della Costituzione italiana, sosterrà le ragioni del “No” al taglio, sfidando l’On. Adriano Varrica, deputato nazionale del Movimento 5 Stelle, che sosterrà le ragioni del “Sì”.
Presenta e modera Tullio Filippone, giornalista.
Qualora vincesse il “Sì” si avrebbe la diminuzione del 36,5% dei componenti di entrambi i rami del Parlamento: da 630 a 400 seggi alla Camera, da 315 a 200 seggi elettivi al Senato.
Qualora vincesse il “No”, la composizione dei due rami del Parlamento rimarrebbe invariata.
E’ utile ed opportuno risparmiare e tagliare il numero dei parlamentari? Si tratta di un’inaccettabile attacco alla centralità del ruolo del parlamento e, in ultima istanza, al potere di rappresentanza di ciascun cittadino?
Cercheremo di scoprirlo in forma dialettica con il nostro, ormai noto, “Ring Culturale”. In questo nuovo format, andiamo a sviscerare e a demolire luoghi comuni e falsi miti, affrontiamo con curiosità intellettuale eresie e grandi temi controversi.
Uno sfidato verrà a sostenere la propria tesi, lo sfidante cercherà di argomentare a favore dell’antitesi. Cronometro alla mano, si susseguono diversi round di domande, dal moderatore e dal pubblico, su cui si misurerà il peso delle argomentazioni contrapposte. Chi andrà alle corde?
Un incontro culturale dagli esiti imprevedibili, senza posizioni preconcette o pregiudizi. Un modo per approcciarsi alle proprie certezze a partire dal dubbio.
🗓 Domenica 13 settembre 2020, ore 19.30
🌱L’evento si terrà all’aria aperta, in spazio giardino.
💰L’evento è gratuito, ma i posti a sedere in spazio giardino sono limitati. E’ obbligatoria la prenotazione 🍸 🍴
Per prenotare un tavolo:
📩 Invia un messaggio alla pagina del CaMus
📞 377 0414775
Evento FB: https://www.facebook.com/events/601192820578834