Tag: cantautore

In un intimo concerto, piano e voce, il performer e leader dei Nobraino, Lorenzo Kruger ci travolgerà con il suo estro imprevedibile.
——————
🗓Venerdì 9 ottobre 2020, ore 19.30
📍 CaMus – Palermo, Via Patania, 8
🌱L’evento si terrà all’aria aperta, in spazio giardino
💰L’evento è gratuito, ma i posti a sedere in spazio giardino sono limitati. E’ obbligatoria la prenotazione, lasciando un recapito telefonico di conferma 🍸 🍴
Per prenotare un tavolo:
📩 Invia un messaggio alla pagina del CaMus
📞 3770414775

Evento FB: https://www.facebook.com/events/393240541664908/

Prenota subito tramite Messanger
——————
Lorenzo Kruger è il cantante e autore di tutte le canzoni dei Nobraino.
Con questa formazione ha all’attivo più di mille concerti, 6 dischi, presenze su tutti i palchi più importanti della scena italiana.
Le sue performance come frontman di questa band sono note per essere fuori dagli schemi, provocatorie e irriverenti.
In questo spettacolo, al contrario, Kruger si immobilizza al pianoforte (o perlomeno ci prova..); col pretesto di accompagnarsi con questo strumento infatti, tenta di ridurre lo spettacolo alle sole canzoni. Il suo temperamento però non gli facilità il compito ed è facile che abbandoni il pianoforte sul palco per lanciarsi in platea a leggere monologhi, cantare a cappella, ballare..
Ma sono siparietti estemporanei che svaniscono sempre per lasciare spazio alle canzoni, alla loro interpretazione intima.
I migliori brani scritti per i Nobraino (ma anche diversi inediti) saranno ascoltabili quindi in una veste inusuale, nella versione in cui sono state concepite: al pianoforte.
Saranno in scaletta Bifolco, Film Muto, Record del Mondo, Tradimento,
Canie e Porci e diverse altre..
Un percorso attraverso la scrittura che passa anche per letture, monologhi, esecuzioni sbilenche e considerazioni semiserie di un personaggio che non dovrebbe esibirsi seduto.
In una atmosfera rilassata, molto distante dai suoi concerti rock, Lorenzo Kruger mette davanti a tutto le sue canzoni e se stesso.
“Uno spettacolo a sedere, non a culo”, come dice lui.